Milano Fashion Week 2023

Dal 20 al 26 Settembre è andata in scena come ogni anno la Milano Fashion Week dedicata alla moda donna primavera/estate 2023.

Una settimana che ha saputo stupirmi con sfilate, presentazioni, eventi e tante novità che tracciano i trend per la prossima stagione.

L’affluenza all’evento è stata altissima, con centinaia di buyer e giornalisti a Milano, e il ritorno degli stakeholder cinesi.

MILANO


Nonostante l’evento sia dedicato alla donna alcuni brand hanno presentato la collezione maschile e molte maisons hanno scelto di proporre capi
genderless. Quest’anno più che mai in passerella a Milano è chiara l’intenzione di voler superare le fissità di genere.

OPENING FASHION WEEK

La mia design week ha avuto inizio lunedì 19 in occasione dell’Open Fashion Week 22 organizzato da Event Savò. L’organizzazione nasce nel 2015 a Milano con l’idea di essere un’azienda che organizza degli eventi indipendenti e con lo scopo di presentare designers di talento, marchi di moda emergenti e introdurre le loro creazioni nel mercato italiano.

L’obiettivo è fornire agli stilisti la possibilità di essere visti dagli operatori del settore della moda: Opening Fashion Week si svolge a Milano il giorno prima dell’apertura ufficiale.

Dal 2015 sono stati scoperti e supportati circa 50 brands da più di 20 paesi differenti. Per questa edizione dal titolo “A world of peace” hanno sfilato 14 brands provenienti da 4 continenti.

OPENING FASHION WEEK 2022
OPENING FASHION WEEK 2022
OPENING FASHION WEEK 2022

E’ stato incantevole partecipare mercoledì 21 all’evento Wedding Made in Italy, organizzato dall’atelier Le Spose di Milano all’interno dell’atelier stesso per una sfilata davvero suggestiva. È stato un fashion show e cocktail party dedicato alla presentazione delle collezioni 2023 con i designer Claudio di Mari, Creazioni Mariapia, Elisabetta Polignano, Enzo Miccio Bridal, Giuseppe Papini, Graziana Valentini, Morgan Uomo Milano e Francesco Calzature. È stato molto bello ed emozionante vedere tutti questi brands Made in Italy sfilare insieme in un evento dedicato all’italianità.

LE SPOSE DI MILANO

Venerdì 22, nella meravigliosa Veranda liberty ho assistito a “Party dress ma non solo”, evento svoltosi nell’esclusiva location di Palazzo Castiglioni.
ingresso via Marina 10. Un’atmosfera unica dove fashion, bellezza, moda, profumi, arte, design, tecnologia, suoni e luci sono stati gli ingredienti di un
viaggio magico nella fantasia.

EMANUELE BILANCIA

All’interno era presente la collezione Daphne Milano dedicata a diverse tipologie di abiti, pensati per momenti speciali, con una caratteristica comune
di romanticismo, sensualità e leggerezza. La stilista, Daniela Del Cima ha voluto concentrarsi su questo importante segmento di mercato, affiancando
così la collezione DAPHNE MILANO Wedding Couture.

Ho potuto ammirare la collezione di Emanuele Bilancia Couture classe 1987, che ha iniziato da giovanissimo si è appassionato alla moda e alla creazione
di abiti e che oggi ha aperto un suo atelier a Pompei. Da qualche stagione realizza una linea sposa e una linea di abiti da sera dallo spiccato gusto haute
couture tenendo fede alla tradizione sartoriale italiana, traendo costante ispirazione dalle sue origini e dalla incredibile cultura mediterranea.

Era presente all’evento anche la sartoria Bassani, nata a Finale Ligure negli anni ’80. Nel ’95 hanno iniziato collaborazioni artistiche con Vincenzo Cabiati,
Amedeo Martegani, Armin Linke. Infine, era presente la collezione di Elisabetta Delogu caratterizzata da una donna gilded, “dorata”. Il glamour nella collezione si veste di un’accezione appariscente e sfarzosa, immediatamente riconoscibile, iconica, elegante e ricca d’oro – armonico su qualsiasi tonalità della pelle – oro che esprime felicità e folle saggezza.

Il venerdì prosegue nella magica location di Palazzo Serbelloni dove la sfilata di DOVITA è andata scena con uno spettacolo composto da tre collezioni:
Italia mia, ispirata alle città italiane e naturalmente fatta con tessuti tutti italiani. I fiori, la seconda collezione che prende i nomi dei fiori più romantici, collezione sempre made in Italy e Premium, collezione creata con tessuti esclusivi e pregiati con ricambi fatti tutti a mano a regola d’arte. Dovita Milano, azienda produttrice di abiti da sposa di fama internazionale, è stata fondata inizialmente nel 2009 dalla stilista Victoria Ergun come piccolo atelier nuziale. Nel corso degli anni il duro lavoro e l’infinita ricerca della perfezione hanno permesso all’azienda di costruirsi una reputazione globale come trend-setter nella moda sposa. Oggi l’intera produzione degli abiti da sposa Dovita Milano è curata dai 65 dipendenti dell’azienda, ognuno estremamente professionale

Sabato 24 si è tenuta infine la spettacolare sfilata di Giuseppe Fata a Palazzo Cusani, il grande maestro ha presentato la sua arte all‘interno della kermesse di Hoas MFW 2022, appuntamento innovativo che ha visto protagonista una moda ecosostenibile e green tra innovazione e sostenibilità. La collezione presentata da Giuseppe Fata si ispira all’Africa: True African Spirit anche la sua nuova collezione Head Sculpture è un omaggio a tutto il continente africano, alla creatività di tutti i talenti africani e in particolare di Roberta Anna fondatrice e presidente di “African Fashion Foundation” per il grande impegno sociale-umanitario cui sta offrendo con la propria fondazione AFF.

TRUE AFRICAN SPIRIT
GIUSEPPE FATA
TRUE AFRICAN SPIRIT
Tags from the story
,
More from Matteo Tosi
SERAFINA E CARLO: UN MATRIMONIO TOSCANO DA SOGNO
Serafina e Carlo si sono conosciuti sul posto di lavoro ed è...
Read More